Sezione Zoologica del MUSNAF

L’esposizione occupa l’intero perimetro del primo piano del Museo, sviluppandosi secondo un criterio sistematico, con vetrine piuttosto “affollate” di reperti. Anche se ciò non garantisce al materiale un’immediata fruibilità, ha tuttavia consentito all’insieme di giungere ai nostri giorni in un assetto espositivo decisamente simile a quello originario.
La maggioranza dei campioni zoologici esposti è costituita da vertebrati naturalizzati (cioè impagliati e montati in posizioni naturali). Altro materiale è rappresentato da esemplari scheletrizzati (in parte dispersi nelle vetrine, in parte raccolti nel corridoio), esemplari in alcool, conchiglie di molluschi e scatole entomologiche. Primeggiano, però, uccelli e mammiferi imbalsamati, per il fatto che questi due gruppi animali hanno più di altri catalizzato l’interesse degli studiosi e l’attenzione dei collezionisti.
La Sezione si avvale, per la preparazione, la manutenzione e il restauro degli esemplari, di un laboratorio tassidermico. I nuovi materiali preparati non derivano più da catture appositamente effettuate, ma solo ed esclusivamente dal recupero di animali uccisi dal traffico stradale o morti in cattività, da sequestri doganali e giudiziari e da donazioni di esemplari prelevati per fini di ricerca.

Le collezioni della Sezione Zoologica