NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Terre Bolari

La collezione consiste in 60 campioni di sedimenti ocracei vivacemente colorati (dal giallo al marrone, fino a tonalità sul rosso, sull’arancio e sul verde), in passato utilizzati come coloranti naturali di qualità. Più conosciute come “terre di Siena”, le terre bolari presenti nel Museo hanno avuto origine circa 150.000 anni fa dall’attività di alcuni batteri in piccoli bacini lacustri della zona del Monte Amiata.

ADOTTA I NOSTRI ESEMPLARI

I reperti del Museo di Storia Naturale hanno bisogno di costante manutenzione: senza intervenire, agenti biologici e fattori ambientali potrebbero danneggiarli irrimediabilmente. Anche tu puoi contribuire alla loro conservazione.

SOSTIENI IL MUSEO per adotta

 



funghi dimok

COOMING SOON / PROSSIMI APPUNTAMENTI 

EVENTI 

16 Ottobre: Medicina Oggi: Nei meandri del Fine-Vita

27 Ottobre: Funghi in Mostra, dal bosco all'Accademia

29 Ottobre: Presentazione volume - Il Palio di siena: una festa italiana


APERTURE STRAORDINARIE

1, 4-7, 10, 12, 16, 24, 27, 29 Ottobre

 



Pillole APP dimok

APP "Il Museo in tasca"

“Il Museo in tasca” è un’applicazione gratuita ideata da Fondazione Musei Senesi per incrementare l’accessibilità di sei musei della sua rete. Questo strumento, pensato come una sorta di guida tascabile, è utile sia per programmare una visita che per scoprire di più sui reperti esposti. La app si articola in quattro sezioni (Museo, Temi, Oggetti e Territori), ognuna delle quali contiene schede di testo in tre lingue, gallerie fotografiche e filmati appositamente realizzati.

Apple o Android



google art and culture

GOOGLE ARTS & CULTURE

L’Accademia dei Fisiocritici collabora dal 2016 all’archivio digitale di Google Arts & Culture, nato per rendere disponibile online il patrimonio culturale dell’umanità. L’Accademia e il suo Museo di Storia Naturale sono al centro di tre mostre digitali (due relative al progetto Natural History e una al progetto Grand Tour): le mostre, liberamente accessibili a tutti, contengono testi e approfondimenti in italiano e inglese, immagini panoramiche a 360° e foto di reperti, collezioni e spazi espositivi.

Curiosi per natura
I Fisiocritici

 

 

 

La collezione consiste in 60 campioni di sedimenti ocracei vivacemente colorati (dal giallo al marrone, fino a tonalità sul rosso, sull’arancio e sul verde), in passato utilizzati come coloranti naturali di qualità. Più conosciute come “terre di Siena”, le terre bolari presenti nel Museo hanno avuto origine circa 150.000 anni fa dall’attività di alcuni batteri in piccoli bacini lacustri della zona del Monte Amiata.

Dove siamo